Vai all'archivio notizie categoria L'Eco Forum dei lettori

I pensionati sono una realtà sociale che merita maggiore attenzione e risposte adeguate

Riceviamo e di buon grado pubblichiamo la lettera di Amedeo Giuliani, segretario provinciale UIL Pensionati della provincia di Cremona

  20/07/2021 — Di Redazione

I+pensionati+sono+una%c2%a0realt%c3%a0%c2%a0sociale+che+merita+maggiore+attenzione+e+risposte+adeguate

Egregio direttore, la ringrazio per lo spazio concessomi per esporre un ragionamento che ruota intorno ai seguenti punti: continuare la campagna vaccinale - riorganizzare la medicina territoriale - dotarsi di una legge quadro nazionale per realizzare a livello locale strutture e servizi per la "non autosufficienza" - rivalutare economicamente le pensioni

Quest'insieme di richieste rappresentano la necessaria e non più rinviabile risposta ad una corposa e importante categoria di cittadini pensionati. La pandemia con le sue varianti, rimane una priorità da affrontare, ed è per questo che bisogna intensificare la vaccinazione. Contemporaneamente a livello regionale e locale dobbiamo incominciare a dare nuova forma alla medicina territoriale incrementando quella pubblica, con personale e servizi socio-sanitari capaci di dare risposte adeguate e in modo rapido. In questo quadro si inserisce anche la questione delle RSA che, per certi aspetti devono essere ripensate e ammodernate per rispondere meglio ai bisogni nuovi di assistenza sociale, sanitaria e residenziale. E comunque le RSA devono essere una soluzione estrema, nel senso che si deve mettere le persone nella condizione di scegliere la "domiciliarità. Cioè di mantenere le proprie abitudini i propri affetti in definitiva di continuare vivere nei luoghi familiari. Sempre in questa logica diventa sempre più urgente e indispensabile avere una legge quadro nazionale, con risorse dedicate, per affrontare in modo adeguato la grande e grave piaga della "non autosufficienza" che si riscontra nelle nostre comunità. Disabilità, fragilità, solitudine sono situazioni che richiedono nuove disponibilità, servizi adeguati e competenze acquisite. Tutte queste situazioni di grave disagio non devono comunque mettere nel dimenticatoio la necessità di riconoscere e procedere alla rivalutazione delle pensioni ormai ferme da parecchio tempo, con una perdita economica ormai pari ad una mensilità. L'aumento delle pensioni, la riduzione della pressione fiscale, rappresentano per i pensionati un giusto diritto da affermare, per le Istituzioni un dovere da rispettare e soddisfare. Governo, Regione, Comuni possono e debbono fare la propria parte. Noi come sindacato siamo impegnati a farlo.

Amedeo Giuliani

Dall'archivio L'Eco Forum dei lettori

  lunedì 10 maggio 2021

Morti bianche e consapevolezze comunitarie

Abbiamo ricevuto da Antonio biffi e da Alessandro Gaboardi e di buon grado pubblichiamo

  martedì 18 maggio 2021

Polveriera mediorientale - "Lupus et agnus"?

Abbiamo ricevuto da Grazia Rossi il contributo che pubblichiamo sugli sviluppi del conflitto che oppone Israele alla Palestina

  mercoledì 11 agosto 2021

Marcinelle

L’anniversario della tragedia

  sabato 16 gennaio 2021

Iniziato il programma vaccinale alla RSA Mazza di Pizzighettone

La lista “Pizzighettone al Centro” chiede trasparenza sui criteri di identificazione dei soggetti per l’ammissione al trattamento

Rimani informato!