Vai all'archivio notizie categoria L'Eco Storia

Partigiani di Pianura Lunedì 8 aprile al Filodrammatici di Cremona

Il Collettivo Memoria Civile è nato lo scorso anno, in occasione di una serata dedicata al cantautore e scrittore Mario Mantovani, scomparso nel 2006.

  08/04/2019 11:10:00

A cura della Redazione

Partigiani+di+Pianura+Luned%c3%ac+8+aprile+al+Filodrammatici+di+Cremona

L’ECORESISTENZA Partigiani di Pianura Lunedì 8 aprile al Filodrammatici di Cremona

Il Collettivo Memoria Civile è nato lo scorso anno, in occasione di una serata dedicata al cantautore e scrittore Mario Mantovani, scomparso nel 2006.

È nato perciò un nuovo spettacolo dal titolo “Partigiani di Pianura”, lo stesso di un libro di racconti sulla Resistenza, scritti dall’autore di Orzinuovi, pubblicato a Roma da Stampa Alternativa.

Sul palco: Fausto Lazzari, voce recitante, Paolo Losco, voce e chitarre, Roberto Nassini, pianoforte e fisarmonica, Nadia Fascina, violoncello, Matteo Bonavitacola, violino.

Si alternano, in una costante intensità emotiva, momenti dedicati alla letteratura e momenti musicali, attraverso l’interpretazione dei testi di Mantovani e una rivisitazione dei canti della Resistenza, tra cui il brano “Il Po e i tedeschi” dello stesso Mantovani.

In questi racconti, l’autore ha saputo raccogliere le voci e le storie di uomini semplici, vecchi e ragazzi, ora sfiorati ora travolti dall’uragano della storia. La fascia di pianura delimitata dal Po, dall’Oglio e dal Mincio diventa il luogo dove Mantovani con ostinazione disegna i suoi percorsi poetici.

Sono partigiani contadini quelli che troviamo in questi racconti, eroi per caso, giovani che cercano rifugio negli improbabili anfratti della pianura o che tornano a casa la mattina di Pasqua per il calore di una tavola imbandita. In un breve spazio di terra ognuno cammina verso il proprio destino ignaro del percorso dell’altro e con un unico denominatore comune: un istintivo senso di libertà, il rifiuto dell’ottusa violenza della guerra.

Dall'archivio L'Eco Storia

  lunedì 25 aprile 2016

Nel 71° della Liberazione Saluto al partigiano cremonese Bruno Ghidetti

Nasce a Cremona il 3 aprile 1919 (da Archimede e Regina Morandi), residenza in via Malombra 5, viuzza nel cuore di Porta Romana che sfocia in piazza S. Michele. Sarà operaio vulcanizzatore e impiegato. Muore, compiuti da poco i 26 anni, in Cremona “per ferita da arma da fuoco” il 26.4.1945.

  martedì 11 aprile 2017

Rosita Viola conferma partnership con Associazione Zanoni per la memoria storia Cremonese

Venerdì 31 marzo u.s.ha avuto luogo un incontro fra l’Associazione Zanoni ed il Comune di Cremona rappresentato dall’Assessora Rosita Viola che ha confermato partnership per la memoria della storia Cremonese

  mercoledì 11 aprile 2018

(Ancora) sull’operazione di revoca della "cittadinanza onoraria" di Mussolini

Dure riflessioni, una del direttore dell’Eco del Popolo Enrico Vidali e l’altra dello storico cremonese Giuseppe Azzoni

  mercoledì 10 febbraio 2021

Leonida Bissolati e Filippo Corridoni

Epigoni dell’interventismo

Rimani informato!